Pomodoro: antiossidante e detox per l'estate

L'ortaggio rosso più amato dagli italiani è anche un ottimo rimedio di salute. Il merito è del licopene, sostanza antiossidante di cui è ricchissimo. Dalla zuppa all'insalata, ecco come mangiarlo.

Noi italiani amiamo moltissimo i pomodori, basti pensare alla classica pasta rossa o all’insalata caprese, piatti tipici della tradizione mediterranea, golosi e approvati anche dai nutrizionisti.

Il pomodoro – ortaggio di stagione da giugno a settembre, ma il migliore dicono sia quello di agosto – ha tantissimi meriti. Ad esempio è utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari: merito del licopene, sostanza antiossidante di cui è ricchissimo, che migliora la pressione del sangue (ed è responsabile del suo colore rosso acceso).

È questa la conclusione della revisione di ben 21 studi condotti dai ricercatori della Northumbria University e pubblicati sulla rivista medica “Atherosclerosis“.

I plus del pomodoro non terminano qua: come spiega la dietista Anna Cossovich di Pesoforma, «i pomodori sono ottime fonti di vitamina C», tanto che è sufficiente un solo pomodoro per coprire il 40% degli 80 mg che un adulto dovrebbe assumere ogni giorno di questa vitamina.

Per non parlare del contenuto di betacarotene e vitamina B. Facilmente digeribile e perfetto come rimedio anti caldo in queste settimane torride, il pomodoro può essere acquistato in diverse varianti: perino, cuore di Bue, da insalata, da salsa, ciliegino. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Fonte: www.vanityfair.it